martedì 4 luglio 2017

Bressanone-Plose (giro ad anello)

vai alle foto
Tipologia: e-mountain bike

Molti di voi si saranno accorti già da qualche anno che è nato un nuovo sport: la e-mtb (=mountain bike a pedalata assistita elettricamente) che utilizza biciclette elettriche che offrono una spinta aggiuntiva che oscilla tra il 50 e il 300% a seconda del livello di aiuto scelto.
E' quindi arrivato il salvatore per molti over 60 e 70 (compreso il sottoscritto) !
Oggi, tra gita al mattino e gita al pomeriggio, ho percorso un dislivello di 3.100 m., impensabile per me senza l'aiuto elettrico, e facendo uno sforzo pari forse a quello di una gita da 1.300 m. di dislivello, con un risparmio quindi di circa il 60% di energie.
Ho utlizzato prevalentemente l'assistenza ECO e TOUR e negli ultimi 600 m. di dislivello quella SPORT (assistenza pari al 180%).

La mountain bike è stata presa a noleggio da Sportler ed è una BULLS mod. Six50 E FS 3 (2017) Fully con motore Bosch Performance Line CX.
Con la batteria carica credo che posso arrivare fino a 2.000 m. di dislivello (ma peso poco).

Ho notato che il rumore del motore elettrico è nettamente percepibile e abbastanza fastidioso e che con la batteria scarica non è piacevole pedalare; sembra però che altri marchi (Shimano e Brose) non abbiano o abbiano meno evidenti questi due difetti.
La foto in cima riprende il Monte Fana Piccolo che ho salito prima del rifugio Plose (la batteria mi ha lasciato 10 m. sotto al rifugio).
Le mie impressioni sono molto positive, penso che prima o poi ne acquisterò una...
Con l'assistenza SPORT (180% di spinta aggiuntiva) salivo a circa 24 km/h sù per la strada asfaltata e a quasi 19 km/h (!) sù per la forestale che conduce al rifugio Plose.
Con questo nuovo sport le differenze prestazionali tra i vari compagni di gita giocano un ruolo praticamente nullo, ci sono poi motori (ad es. Shimano, Brose) i cui livelli di intervento elettrico pare siano addirittura personalizzabili.

L’itinerario:
Punto di partenza: Bressanone - m. 561
Descrizione: Si segue la ciclabile fino ad Albes, poi si risale tutta la valle di Eores servita da una incantevole strada sterrata che costeggia il rio.
Terminata la valle si sale a sinistra e si raggiunge la strada asfaltata che ci condurrà al Vallazza e poi a Valcroce, quindi per strada sterrata sulla cima (rifugio Plose m. 2.446).
Per la discesa si può utilizzare la strada forestale che funge in inverno da pista per slittini oppure il trail dedicato alle mountain bike come descritto qui su sentres.it

Dislivello: m. 1.900
Traccia per GPS

Nessun commento:

Posta un commento