giovedì 23 febbraio 2017

Sprinzenwand 2.899

vai alle foto
clicca sull'immagine per visualizzare tutte le foto
Bruno, Herbert, Karl, Roman
Bella neve farinosa (non facilissima) fino a 2.100, poi firn in fase di formazione collassato, strada forestale poco piacevole perchè rimasta dura e ondulata nonostante l'azione del sole.
La cresta rocciosa finale quest'anno non è innevata e ci siamo fermati lì.
Gita quasi mai frequentata anche perchè solitamente improponibile di questo periodo.
Si tocca qualche roccia o sasso nella parte alta e nella parte intermedia in prossimità del rifugio Poschhaus.
Brevissimo filmato

L’itinerario:
Punto di partenza: Val Ridanna – parcheggio miniere m. 1.410 ca
Descrizione: Inizialmente si segue l’ìitinerario per il Botzer (Capro), arrivati quasi al lago dell’Erpice (Moarer Egetensee) si devia verso ovest e poi si sale girando progressivamente verso sud fin sulla cresta e poi, prestando attenzione, sulla cima.
Esposizione: varie
Dislivello: m. 1.489
Traccia per GPS

martedì 14 febbraio 2017

Hörtlanerspitze m. 2.660

vai alle foto
Sandro, Michela, Ermanno, Bruno
Condizioni da favola!
In discesa abbiamo scelto itinerari diretti che evitano i punti più scabrosi ma sono possibili solo con condizioni di stabilità del manto nevoso.
Ringraziamo per lo spunto i due sciatori alpinisti che ci hanno preceduto su due di queste quattro varianti.

Filmato su youtube con la GoPro
Altro filmato su vimeo

L’itinerario:
Punto di partenza: Asten fraz. di Pennes (Val Sarentino) - parcheggio nei pressi del Centro Fondo subito prima della rotatoria del bus - m. 1.525
Descrizione: Gita molto varia, inizia su strada forestale attraverso il bosco fino alla malga Seebergalm (1.917) e poi alla malga Traminalm (1.970). Qui si attraversa un vasto pascolo in piano e poi ci si infila sù per una stretta gola che spesso richiede di calzare i rampant in quanto ghiacciata.
vai alle foto
Arrivati sotto la cima ci si dirige verso un'anticima sulla cresta ovest che si aggira sulla destra (anche qui spesso servono i rampant) e poi quasi in piano verso la croce di vetta.

Esposizione: intorno nord
Dislivello: m. 1.135
Traccia per GPS (vedi su www.outdooractive.com)

giovedì 9 febbraio 2017

Hinterbergkofel m. 2.727

vai alle foto
Bruno, Herbert, Roman, Sandro
E' un bellissimo posto!
Durante la salita ho pensato però che avrei sicuramente distrutto gli sci (seminuovi) perchè con le racchette si toccavano spesso rocce nascoste sotto la neve.
Ci siamo fermati sulla cresta 30-40 m. sotto alla cima perchè la cresta non è agevolmente percorribile e si sprofonda nella neve farinosa senza fondo col rischio di ferirsi le gambe contro le rocce.
Inaspettatamente in discesa invece ne è risultata una sciata più che gratificante e divertente (tranne i primi 70-80 m. di dislivello).
Infatti sciando dentro stretti avvallamenti abbiamo trovato una bella neve farinosa discretamente abbondante e depositata sopra un pò di fondo di neve dura.
Comunque il giudizio, per coloro che volessero rifarla, è quasi "sconsigliabile" perchè oramai sono scese una decina di persone e l'unico punto sciabile costituito dai suddetti stretti canali e avvallamenti è completamente arato, se si cerca di fare solo una curva al di fuori si decreta la fine delle proprie lamine e solette.
Un pò meno fortunati i miei compagni di gita che non sono pesi-piuma come me per cui i loro sci qualche danno lo hanno riportato.

Infine a metà discesa pranzo all'Alpengasthaus Obersee (in territorio austriaco) dove si mangia bene.
Su Youtube il video girato da Sandro

L’itinerario:
Punto di partenza: Lago di Anterselva - parcheggio all'inizio del lago - m. 1.642
Descrizione: vedi su sentres.it
Esposizione: ovest e nord
Dislivello: m. 1.120
Traccia per GPS su sentres.it (scheda download)

martedì 7 febbraio 2017

Piccola di Montecroce e Fladinger Berg

vai alle foto
Ruth, Ivan, Claudio, Bruno, Bobo, Andrea, Anabella
Per molti di noi oggi è stata la prima gita veramente stupenda della stagione.
Un incanto di neve farinosa ci ha invitato a ripellare e a ripetere per ben 2 volte anche la parte alta della discesa dal Fladinger Berg.

Il pericolo grado 3 ci sta a pennello.
Vedi il filmato su vimeo
Altre foto e filmato sul blog di Andrea


Piccola di Montecroce (Kleine Kreuzspitze) m. 2.518:
Descrizione dell’itinerario (su veramontagna.it)

Fladinger Berg m. 2.275:
Punto di partenza: Flading (Racines) m. 1.493
Descrizione: L'itinerario è il medesimo per la Piccola di Montecroce ma, arrivati a quota 2.100 circa, ci si dirige in diagonale sinistra verso la cresta nord e la si segue fino in cima.
In discesa, se le condizioni lo consentono, si può scendere direttamente per un vallone che sbocca su di un pendio piuttosto ripido ed evita di passare per il maso Klammalm (m. 1.925). 

Esposizione: nord
Dislivello: m. 782

lunedì 6 febbraio 2017

giovedì 2 febbraio 2017

Jochgrubenkopf m. 2.453

vai alle foto
Ruth, Silvia e Bruno
Neve farinosa fonda con alcuni punti nella parte alta che presentavano una leggera crosta intermedia cedevole ma un pò fastidiosa.
Breve filmato


L’itinerario:
Punto di partenza: Ladins fraz. di Schmirn (Schmirntal/Austria) - piccolo parcheggio di fronte ai pompieri - m. 1.610
Descrizione: Gita molto bella anche se corta, richiede condizioni di neve sicure.
Ci si incammina a piedi sulla strada asfaltata, dopo un centinaio di metri si inforcano gli sci, si attraversa un prato semipianeggiante e si sale poi sempre in direzione sud attraverso un incantevole bosco di larici e infine sù per pendii abbastanza ripidi.
Discesa per la stessa via di salita, attenzione che la strada forestale che si incrocia non conduce al punto di partenza.

Esposizione: nord
Dislivello: m. 850
Traccia per GPS